Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

classic Classic list List threaded Threaded
9 messages Options
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

Sabrina Merolla
Ciao,
>> I problemi riscontrati dagli utenti, negli anni, con Vituzzu, sono reali. A turno li abbiamo avuti tutti e, sinceramente, mi meraviglia e rammarica che si debba rispondere con tanta sufficienza ad una persona che, di fatto, provava a collaborare con Wiki. Portarla a reazioni così estreme non mi sembra giusto. In un modo o nell'altro, ha denunciato degli abusi ripetuti e andrebbe ascoltato.

Buona giornata
S.
Sent from my iPhone

> On 9 Feb 2018, at 13:00, [hidden email] wrote:
>
> Invia le richieste di iscrizione alla lista WikiIT-l all'indirizzo
>    [hidden email]
>
> Per iscriverti o cancellarti attraverso il web, visita
>    https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
> oppure, via email, manda un messaggio con oggetto `help' all'indirizzo
>    [hidden email]
>
> Puoi contattare la persona che gestisce la lista all'indirizzo
>    [hidden email]
>
> Se rispondi a questo messaggio, per favore edita la linea dell'oggetto
> in modo che sia più utile di un semplice "Re: Contenuti del digest
> della lista WikiIT-l..."
>
>
> Argomenti del Giorno:
>
>   1. Re: Blocco ChrisTerry91 ([hidden email])
>
>
> ----------------------------------------------------------------------
>
> Message: 1
> Date: Thu, 8 Feb 2018 18:15:48 +0100 (CET)
> From: [hidden email]
> To: Discussioni su Wikipedia in italiano / Italian Wikipedia
>    discussion <[hidden email]>
> Subject: Re: [WikiIT-l] Blocco ChrisTerry91
> Message-ID: <[hidden email]>
> Content-Type: text/plain; charset=UTF-8
>
> Ha ragione Ferdinando, se non ti piace come funziona Wikipedia basta che ti apri un tuo sito, dove ci puoi scrivere quello che vuoi.
>
> Ale
>
>>
>>    Il 2 febbraio 2018 alle 20.32 [hidden email] ha scritto:
>>
>>    Invece questa è una minaccia legale bella e buona. Wikipedia non è un servizio pubblico, nessuno ha il diritto (legalmente parlando) di scriverci sopra. È alla pari di un servizio privato, la libertà di stampa non c'entra nulla (apri un tuo sito e fai quello che vuoi, per intenderci).
>>
>>>>
>>>        Il giorno 02 feb 2018, alle ore 19:19, Cristiano Terranova <[hidden email]> ha scritto:
>>>
>>>        Oppure possiamo portare la questione in tribunale. E non è una minaccia, ma una constatazione: se voi m’impedite di scrivere su Wikipedia, violate l’art. 21 della Costituzione (viene violato il mio diritto alla libertà di stampa) e soprattutto violate almeno un paio di articoli del codice penale.
>>>
>>>>
>>    _______________________________________________
>>    WikiIT-l mailing list
>>    [hidden email]
>>    Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
>>
>
>
> ------------------------------
>
> Subject: Chiusura del digest
>
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
>
>
> ------------------------------
>
> Fine di Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5
> ************************************************
_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

Luca Martinelli
Il 9 febbraio 2018 13:18, Sabrina Merolla <[hidden email]> ha scritto:
> Ciao,
>>> I problemi riscontrati dagli utenti, negli anni, con Vituzzu, sono reali. A turno li abbiamo avuti tutti e, sinceramente, mi meraviglia e rammarica che si debba rispondere con tanta sufficienza ad una persona che, di fatto, provava a collaborare con Wiki. Portarla a reazioni così estreme non mi sembra giusto. In un modo o nell'altro, ha denunciato degli abusi ripetuti e andrebbe ascoltato.

Cara Sabrina,

mi rendo perfettamente conto che ci possano essere problemi con degli
utenti. Statisticamente, avvengono maggiormente con Vituzzu perché lui
è uno dei più attivi e dei più bravi nella gestione di questi
problemi, non per altro motivo.

Dopodiché, esistono due modi di affrontare un problema:
1) chiedere spiegazioni in maniera educata e chiara;
2) sbraitare in modo sconnesso, facendo minacce di querela e
appellandosi alla Costituzione.

Nel primo caso, se ti rispondessi in maniera ironica o sarcastica,
sarei un imbecille insensibile e tu avresti ragione di lamentartene.
Nel secondo caso, certo non è bello sentirsi rispondere così, ma è
anche l'unica reazione a pelle che non comprenda il turpiloquio.

A me pare che l'utente che si lamenta in questo thread sia stato già
portato a conoscenza, tramite apposita richiesta di pareri, di tutto
ciò che nel suo comportamento non andava bene. Se poi, di fronte a
delle critiche legittime, si risponde citando senza motivo il diritto
alla libertà di espressione e minacciando querele, io innanzitutto
faccio notare che c'è una piccolissima contraddizione in termini e poi
ti dico che onestamente a me passa la voglia di rispondere, anche
perché di tutte 'ste minacce in 12 anni non ne ho vista mezza
concretizzarsi - mentre quelle che davvero si sono concretizzate (e
che hanno portato alla sconfitta in tribunale del ricorrente, ndr) non
sono passate qui dentro.

Ciao.

L.

_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

camelia boban
In reply to this post by Sabrina Merolla
​Sabrina ha espresso perfettamente
quello che volevo dire. Rispondere a ripetizione le stesse frasi "se non ti
piace vai a giocare da un'altra parte" da utenti diversi in tempi diversi
non
​credo sia la soluzione. E il fatto di essere soprafatti da richieste
assurde
​non è una
 scus
​a.

Camelia

On Feb 9, 2018 1:18 PM, "Sabrina Merolla" <[hidden email]> wrote:

> Ciao,
> >> I problemi riscontrati dagli utenti, negli anni, con Vituzzu, sono
> reali. A turno li abbiamo avuti tutti e, sinceramente, mi meraviglia e
> rammarica che si debba rispondere con tanta sufficienza ad una persona che,
> di fatto, provava a collaborare con Wiki. Portarla a reazioni così estreme
> non mi sembra giusto. In un modo o nell'altro, ha denunciato degli abusi
> ripetuti e andrebbe ascoltato.
>
> Buona giornata
> S.
> Sent from my iPhone
>
> > On 9 Feb 2018, at 13:00, [hidden email] wrote:
> >
> > Invia le richieste di iscrizione alla lista WikiIT-l all'indirizzo
> >    [hidden email]
> >
> > Per iscriverti o cancellarti attraverso il web, visita
> >    https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
> > oppure, via email, manda un messaggio con oggetto `help' all'indirizzo
> >    [hidden email]
> >
> > Puoi contattare la persona che gestisce la lista all'indirizzo
> >    [hidden email]
> >
> > Se rispondi a questo messaggio, per favore edita la linea dell'oggetto
> > in modo che sia più utile di un semplice "Re: Contenuti del digest
> > della lista WikiIT-l..."
> >
> >
> > Argomenti del Giorno:
> >
> >   1. Re: Blocco ChrisTerry91 ([hidden email])
> >
> >
> > ----------------------------------------------------------------------
> >
> > Message: 1
> > Date: Thu, 8 Feb 2018 18:15:48 +0100 (CET)
> > From: [hidden email]
> > To: Discussioni su Wikipedia in italiano / Italian Wikipedia
> >    discussion <[hidden email]>
> > Subject: Re: [WikiIT-l] Blocco ChrisTerry91
> > Message-ID: <[hidden email]>
> > Content-Type: text/plain; charset=UTF-8
> >
> > Ha ragione Ferdinando, se non ti piace come funziona Wikipedia basta che
> ti apri un tuo sito, dove ci puoi scrivere quello che vuoi.
> >
> > Ale
> >
> >>
> >>    Il 2 febbraio 2018 alle 20.32 [hidden email] ha scritto:
> >>
> >>    Invece questa è una minaccia legale bella e buona. Wikipedia non è
> un servizio pubblico, nessuno ha il diritto (legalmente parlando) di
> scriverci sopra. È alla pari di un servizio privato, la libertà di stampa
> non c'entra nulla (apri un tuo sito e fai quello che vuoi, per intenderci).
> >>
> >>>>
> >>>        Il giorno 02 feb 2018, alle ore 19:19, Cristiano Terranova <
> [hidden email]> ha scritto:
> >>>
> >>>        Oppure possiamo portare la questione in tribunale. E non è una
> minaccia, ma una constatazione: se voi m’impedite di scrivere su Wikipedia,
> violate l’art. 21 della Costituzione (viene violato il mio diritto alla
> libertà di stampa) e soprattutto violate almeno un paio di articoli del
> codice penale.
> >>>
> >>>>
> >>    _______________________________________________
> >>    WikiIT-l mailing list
> >>    [hidden email]
> >>    Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/ma
> ilman/listinfo/wikiit-l
> >>
> >
> >
> > ------------------------------
> >
> > Subject: Chiusura del digest
> >
> > _______________________________________________
> > WikiIT-l mailing list
> > [hidden email]
> > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/ma
> ilman/listinfo/wikiit-l
> >
> >
> > ------------------------------
> >
> > Fine di Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5
> > ************************************************
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/ma
> ilman/listinfo/wikiit-l
>

_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

Vi to
E sarà che forse si commenta ciò che non si conosce.

Non penso male di chi viene bloccato, non penso bene, non penso niente,
semplicemente a un comportamento non in linea col regolamento e lo scopo di
Wikipedia va presa una contromisura.

A proposito di Wikipedia si possono spendere ore e giorni per inanellare
aggettivi e concetti bellissimi, si può vendere un'idea della quale tutti
si innamorano. Ma poi la realtà è fatta di un lavoro duro che va affrontato
senza interessi personali.

Odio gli argumenta ad hominem ma visto che qui vengono sommati per
costruirne uno sul sottoscritto forse è bene farne la disanima:
*qualcuno scrive in maniera abbastanza goffa (al limite del ridicolo)
citando costituzione, mari e monti. Quel qualcuno ha avuto dozzine di
chance ma ogni volta è stato beccato da altri (non da me) a fare sempre le
stesse cose: tradurre in maniera imbarazzante. La reazione di questo
qualcuno è, ovviamente, quella di sostenere che chi lo blocca "ce l'ha con
me" e variazioni sul tema;
*commenta una persona che è stata bloccata per aver provato più volte a
sostenere a mezzo Wikipedia che una malattia che secondo la comunità
scientifica non esiste esista;
*commenta un signore che, dopo aver provato per un bel po' di tempo a
promuoversi *attraverso una pagina utente* ha visto tale pagina cancellata.
Ha avuto quindi l'ottima idea di violare [[WP:NML]], venendo quindi
bloccato e sbloccato (dopo fiumi di scuse) e ribloccato (per essere tornato
a punto e a capo) per ben tre volte con l'intervento di quattro
amministratori diversi, nessuno dei mali è il sottoscritto. Il sottoscritto
l'ha bloccato dopo che il signore in questione ha proseguito nello stesso
modo su altre wiki;
*commenta infine un altro signore, col quale non so se ho avuto modo di
interagire, in maniera abbastanza buffa invocando il salvifico intervento
di un noto programma comico televisivo.

In ognuno di questi casi (eccezion fatta per l'ultimo sul quale non ho modo
di pronunciarmi) il mio intervento ha avuto un peso vario, ma non è mai
stato né esclusivo né privo di una verifica terza da parte della centinaia
di altri amministratori dell'edizione italiana di Wikipedia. In uno dei
casi in questione ho in realtà espresso posizioni significativamente più
concilianti rispetto a quelle altrui che evidentemente erano più che
corrette.

Per quanto auspicabile non mi aspetto che i destinatari di un mio
provvedimento siano felici di averlo subito. Ciò che, tuttavia, mi stupisce
è che chi ricopre un ruolo di peso nell'organizzazione di eventi
sponsorizzati da Wikimedia che hanno a che fare col reclutamento di nuovi
utenti e che, quindi, si prende la responsabilità di offrire loro un
modello, non si prenda la briga di andare a leggere due o tre email prima
lanciarsi in un commento che brilla per qualunquismo.

A questo punto chiedo: a chi pensa che su Wikipedia si possa scrivere di
una malattia inesistente per la comunità scientifica, a chi si vuole
promuovere, a chi imbroglia su alcune regole minime di correttezza, cosa
bisogna rispondere? "Forse"? "Bene"? "Vieni con noi a fare un picnic"? Io
personalmente preferisco e continuerò preferire una risposta diretta e
onesta: "no". E camuffare questo no (che prima o poi arriva) con un mucchio
di mezze risposte sarebbe un atto di disonestà che forse mi renderebbe più
simpatico ma, appunto, disonesto.


Vito



Il giorno 9 febbraio 2018 14:53, camelia boban <[hidden email]> ha
scritto:

> ​Sabrina ha espresso perfettamente
> quello che volevo dire. Rispondere a ripetizione le stesse frasi "se non ti
> piace vai a giocare da un'altra parte" da utenti diversi in tempi diversi
> non
> ​credo sia la soluzione. E il fatto di essere soprafatti da richieste
> assurde
> ​non è una
>  scus
> ​a.
>
> Camelia
>
> On Feb 9, 2018 1:18 PM, "Sabrina Merolla" <[hidden email]> wrote:
>
> > Ciao,
> > >> I problemi riscontrati dagli utenti, negli anni, con Vituzzu, sono
> > reali. A turno li abbiamo avuti tutti e, sinceramente, mi meraviglia e
> > rammarica che si debba rispondere con tanta sufficienza ad una persona
> che,
> > di fatto, provava a collaborare con Wiki. Portarla a reazioni così
> estreme
> > non mi sembra giusto. In un modo o nell'altro, ha denunciato degli abusi
> > ripetuti e andrebbe ascoltato.
> >
> > Buona giornata
> > S.
> > Sent from my iPhone
> >
> > > On 9 Feb 2018, at 13:00, [hidden email] wrote:
> > >
> > > Invia le richieste di iscrizione alla lista WikiIT-l all'indirizzo
> > >    [hidden email]
> > >
> > > Per iscriverti o cancellarti attraverso il web, visita
> > >    https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
> > > oppure, via email, manda un messaggio con oggetto `help' all'indirizzo
> > >    [hidden email]
> > >
> > > Puoi contattare la persona che gestisce la lista all'indirizzo
> > >    [hidden email]
> > >
> > > Se rispondi a questo messaggio, per favore edita la linea dell'oggetto
> > > in modo che sia più utile di un semplice "Re: Contenuti del digest
> > > della lista WikiIT-l..."
> > >
> > >
> > > Argomenti del Giorno:
> > >
> > >   1. Re: Blocco ChrisTerry91 ([hidden email])
> > >
> > >
> > > ----------------------------------------------------------------------
> > >
> > > Message: 1
> > > Date: Thu, 8 Feb 2018 18:15:48 +0100 (CET)
> > > From: [hidden email]
> > > To: Discussioni su Wikipedia in italiano / Italian Wikipedia
> > >    discussion <[hidden email]>
> > > Subject: Re: [WikiIT-l] Blocco ChrisTerry91
> > > Message-ID: <[hidden email]>
> > > Content-Type: text/plain; charset=UTF-8
> > >
> > > Ha ragione Ferdinando, se non ti piace come funziona Wikipedia basta
> che
> > ti apri un tuo sito, dove ci puoi scrivere quello che vuoi.
> > >
> > > Ale
> > >
> > >>
> > >>    Il 2 febbraio 2018 alle 20.32 [hidden email] ha scritto:
> > >>
> > >>    Invece questa è una minaccia legale bella e buona. Wikipedia non è
> > un servizio pubblico, nessuno ha il diritto (legalmente parlando) di
> > scriverci sopra. È alla pari di un servizio privato, la libertà di stampa
> > non c'entra nulla (apri un tuo sito e fai quello che vuoi, per
> intenderci).
> > >>
> > >>>>
> > >>>        Il giorno 02 feb 2018, alle ore 19:19, Cristiano Terranova <
> > [hidden email]> ha scritto:
> > >>>
> > >>>        Oppure possiamo portare la questione in tribunale. E non è una
> > minaccia, ma una constatazione: se voi m’impedite di scrivere su
> Wikipedia,
> > violate l’art. 21 della Costituzione (viene violato il mio diritto alla
> > libertà di stampa) e soprattutto violate almeno un paio di articoli del
> > codice penale.
> > >>>
> > >>>>
> > >>    _______________________________________________
> > >>    WikiIT-l mailing list
> > >>    [hidden email]
> > >>    Pagina per iscriversi/disiscriversi:
> https://lists.wikimedia.org/ma
> > ilman/listinfo/wikiit-l
> > >>
> > >
> > >
> > > ------------------------------
> > >
> > > Subject: Chiusura del digest
> > >
> > > _______________________________________________
> > > WikiIT-l mailing list
> > > [hidden email]
> > > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/ma
> > ilman/listinfo/wikiit-l
> > >
> > >
> > > ------------------------------
> > >
> > > Fine di Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5
> > > ************************************************
> > _______________________________________________
> > WikiIT-l mailing list
> > [hidden email]
> > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/ma
> > ilman/listinfo/wikiit-l
> >
> ᐧ
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> mailman/listinfo/wikiit-l
>
_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

Luca Martinelli
In reply to this post by camelia boban
Signore e signori, famo a capisse.

Ogni volta che qualcuno, pur di difendere la propria posizione, cita
la libertà di espressione, io so per certo - conoscenza datami
dall'esperienza maturata finora - che quello che viene richiesto non è
"essere liberi di esprimere la propria idea", ma di imporre la propria
posizione a discapito di quelle degli altri.

Vi svelo un segreto: chi ha ragione, non sbraita, non s'attacca ai
cavilli, non minaccia e non allude, perché non ne ha necessità; chi
sbraita, chi s'attacca al cavillo, chi minaccia e chi allude, non ha
ragione, proprio perché ne ha necessità.

Anzi, vi spiego con ancora maggiore chiarezza che cos'è che non va.

Secondo voi, a 32 anni suonati (andante per 33 ormai, sperando di non
fare la fine di Quello sulla croce), vi pare mai possibile che debba
spiegare alla gente che dare del fascista a qualcuno (cosa
regolarmente successa nei messaggi finiti in moderazione di questo
thread) non si fa e che, se lo si fa, minimo si viene moderati sulle
mailing list?

Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
si fa una figura ridicola a minacciare di denunciare la situazione a
Striscia la Notizia, alle Iene, a Report, alla Presidenza della
Repubblica o al Santo Padre?

Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
in ogni comunità sociale esistente al mondo (famiglia, gruppo di
amici, colleghi di lavoro, gente che incontri in palestra,
sull'autobus, in biblioteca, 'ndo te pare) esistono delle regole di
comportamento? Che, se queste vengono violate, gli altri componenti
della comunità possono reagire facendoti notare che ti stai
comportando male? Che, di fronte a reiterati comportamenti maleducati,
quei componenti possano decidere di escluderti sempre più dalla
comunità, semplicemente perché non vogliono avere a che fare con gente
maleducata?

Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
accusare gente alla cazzo delegittima la posizione che si pretende di
difendere?

Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
l'età, il sesso, l'orientamento sessuale, l'orientamento politico, le
opinioni e quant'altro attiene alla sfera dell'essere non aggiunge e
non toglie legittimità a un'opinione? Che un'opinione resta
un'opinione e che, se non ci sono fatti chiari a sostegno della
stessa, l'opinione è solo uno spreco d'aria?

E già che mi trovo, ma che davèro davèro vi pensate che io mi pieghi a
dare ragione a chi minaccia di sputtanarci? A parte che sputtanarci di
cosa, non si sa, perché qua alla minima brezza, viene giù tutto il
castello di accuse (e basta leggere la mail di Vito per vedere che la
tanto odiata Eminenza Grigia di Wikipedia, alla fine, è il Babau delle
favole dell'infanzia), ma se davvero hai così tanta ragione, avresti
motivo di minacciare di sputtanare qualcuno pur di vedertela
riconoscere? Avresti motivo di imporre, con la violenza della
minaccia, la tua posizione?

Dunque, è questa la "libertà di espressione" che si richiede? Quella
di *imporre* ad altri la propria idea, in assenza di ragioni valide e
concrete, con la forza della minaccia e della paura?

E non venitemi a dire che "il punto è un altro, è che...", perché è il
punto invece è proprio questo. Il punto è che, quando uno minaccia
questo mondo e quell'altro, a 'sto punto deve avere il coraggio di
portare fino in fondo la minaccia o fare la figuraccia di quello che
inizia a ritrattare le affermazioni bellicose, sperando che stavolta
abbia imparato la lezione. Il punto è che, di fronte a uno che ti fa
Rambo, è già tanto che io non risponda come farebbero gli avventori
del bar sotto casa mia (nello specifico, realmente sentita: "'a Rambo,
fòri ce stanno i viggili, te stanno a fà 'a murta ar cararmato").

Ora, questo thread è già durato abbastanza, quindi vi chiedo di
perdonare le mie intemperanze e di chiudere qui questa vicenda.

Grazie.

--
Luca "Sannita" Martinelli
http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Sannita

_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91 Digest di WikiIT-l, Volume 169, Numero 5

ignis
Mi scuso per la mia risposta sarcastica ma Luca penso ne abbia ben espresso le motivazioni.
Prima di rispondere ho però visto la storia dell’utenza in wikipedia e consiglio a tutti di farlo prima di scrivere.
Di fronte a questo tipo di utenza ci sono due possibilità:
- o qualcuno le prende letteralmente per mano e le accompagna nella loro processo di maturazione mentre stanno a far danni su wikipedia ma non conosco nessuno che ha così tanto tempo per stare dietro a qualcuno
- o completano il loro processo di maturazione al di fuori di wikipedia cominciando col prendere coscienza dei propri errori e delle proprie mancanze e poi, solo poi, torneranno su wikipedia

Ogni utenza è una storia a sè , accomunarle in ragione di un comune nemico non mi pare utile a wikipedia e alle stesse utenze.
ign

> Il giorno 09 feb 2018, alle ore 16:05, Luca Martinelli <[hidden email]> ha scritto:
>
> Signore e signori, famo a capisse.
>
> Ogni volta che qualcuno, pur di difendere la propria posizione, cita
> la libertà di espressione, io so per certo - conoscenza datami
> dall'esperienza maturata finora - che quello che viene richiesto non è
> "essere liberi di esprimere la propria idea", ma di imporre la propria
> posizione a discapito di quelle degli altri.
>
> Vi svelo un segreto: chi ha ragione, non sbraita, non s'attacca ai
> cavilli, non minaccia e non allude, perché non ne ha necessità; chi
> sbraita, chi s'attacca al cavillo, chi minaccia e chi allude, non ha
> ragione, proprio perché ne ha necessità.
>
> Anzi, vi spiego con ancora maggiore chiarezza che cos'è che non va.
>
> Secondo voi, a 32 anni suonati (andante per 33 ormai, sperando di non
> fare la fine di Quello sulla croce), vi pare mai possibile che debba
> spiegare alla gente che dare del fascista a qualcuno (cosa
> regolarmente successa nei messaggi finiti in moderazione di questo
> thread) non si fa e che, se lo si fa, minimo si viene moderati sulle
> mailing list?
>
> Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> si fa una figura ridicola a minacciare di denunciare la situazione a
> Striscia la Notizia, alle Iene, a Report, alla Presidenza della
> Repubblica o al Santo Padre?
>
> Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> in ogni comunità sociale esistente al mondo (famiglia, gruppo di
> amici, colleghi di lavoro, gente che incontri in palestra,
> sull'autobus, in biblioteca, 'ndo te pare) esistono delle regole di
> comportamento? Che, se queste vengono violate, gli altri componenti
> della comunità possono reagire facendoti notare che ti stai
> comportando male? Che, di fronte a reiterati comportamenti maleducati,
> quei componenti possano decidere di escluderti sempre più dalla
> comunità, semplicemente perché non vogliono avere a che fare con gente
> maleducata?
>
> Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> accusare gente alla cazzo delegittima la posizione che si pretende di
> difendere?
>
> Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> l'età, il sesso, l'orientamento sessuale, l'orientamento politico, le
> opinioni e quant'altro attiene alla sfera dell'essere non aggiunge e
> non toglie legittimità a un'opinione? Che un'opinione resta
> un'opinione e che, se non ci sono fatti chiari a sostegno della
> stessa, l'opinione è solo uno spreco d'aria?
>
> E già che mi trovo, ma che davèro davèro vi pensate che io mi pieghi a
> dare ragione a chi minaccia di sputtanarci? A parte che sputtanarci di
> cosa, non si sa, perché qua alla minima brezza, viene giù tutto il
> castello di accuse (e basta leggere la mail di Vito per vedere che la
> tanto odiata Eminenza Grigia di Wikipedia, alla fine, è il Babau delle
> favole dell'infanzia), ma se davvero hai così tanta ragione, avresti
> motivo di minacciare di sputtanare qualcuno pur di vedertela
> riconoscere? Avresti motivo di imporre, con la violenza della
> minaccia, la tua posizione?
>
> Dunque, è questa la "libertà di espressione" che si richiede? Quella
> di *imporre* ad altri la propria idea, in assenza di ragioni valide e
> concrete, con la forza della minaccia e della paura?
>
> E non venitemi a dire che "il punto è un altro, è che...", perché è il
> punto invece è proprio questo. Il punto è che, quando uno minaccia
> questo mondo e quell'altro, a 'sto punto deve avere il coraggio di
> portare fino in fondo la minaccia o fare la figuraccia di quello che
> inizia a ritrattare le affermazioni bellicose, sperando che stavolta
> abbia imparato la lezione. Il punto è che, di fronte a uno che ti fa
> Rambo, è già tanto che io non risponda come farebbero gli avventori
> del bar sotto casa mia (nello specifico, realmente sentita: "'a Rambo,
> fòri ce stanno i viggili, te stanno a fà 'a murta ar cararmato").
>
> Ora, questo thread è già durato abbastanza, quindi vi chiedo di
> perdonare le mie intemperanze e di chiudere qui questa vicenda.
>
> Grazie.
>
> --
> Luca "Sannita" Martinelli
> http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Sannita
>
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l


_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91

Italian Wikipedia mailing list
Io ci provo ancora una volta... Sabrina e Camelia, mi sapete citare un caso dove Vito o altri hanno fatto quelle cose tremende di cui li accusano?
Non dico che siano perfetti, ma qui sembra che siano una specie di diavoli!
Se mi citate un caso che dimostri la loro natura diabolica, noi siamo qui ad ascoltarlo. Ma lo dico davvero, siamo tutti qui ad ascoltare.
Altrimenti siamo sempre alla solita storia, lo dico senza polemica, gli admin sono cattivi perchè quello è il loro mestiere.
Ma ripeto, lo dico senza polemica.

Ale

> Il 9 febbraio 2018 alle 16.43 ignis delavega <[hidden email]> ha scritto:
>
>
> Mi scuso per la mia risposta sarcastica ma Luca penso ne abbia ben espresso le motivazioni.
> Prima di rispondere ho però visto la storia dell’utenza in wikipedia e consiglio a tutti di farlo prima di scrivere.
> Di fronte a questo tipo di utenza ci sono due possibilità:
> - o qualcuno le prende letteralmente per mano e le accompagna nella loro processo di maturazione mentre stanno a far danni su wikipedia ma non conosco nessuno che ha così tanto tempo per stare dietro a qualcuno
> - o completano il loro processo di maturazione al di fuori di wikipedia cominciando col prendere coscienza dei propri errori e delle proprie mancanze e poi, solo poi, torneranno su wikipedia
>
> Ogni utenza è una storia a sè , accomunarle in ragione di un comune nemico non mi pare utile a wikipedia e alle stesse utenze.
> ign
>
> > Il giorno 09 feb 2018, alle ore 16:05, Luca Martinelli <[hidden email]> ha scritto:
> >
> > Signore e signori, famo a capisse.
> >
> > Ogni volta che qualcuno, pur di difendere la propria posizione, cita
> > la libertà di espressione, io so per certo - conoscenza datami
> > dall'esperienza maturata finora - che quello che viene richiesto non è
> > "essere liberi di esprimere la propria idea", ma di imporre la propria
> > posizione a discapito di quelle degli altri.
> >
> > Vi svelo un segreto: chi ha ragione, non sbraita, non s'attacca ai
> > cavilli, non minaccia e non allude, perché non ne ha necessità; chi
> > sbraita, chi s'attacca al cavillo, chi minaccia e chi allude, non ha
> > ragione, proprio perché ne ha necessità.
> >
> > Anzi, vi spiego con ancora maggiore chiarezza che cos'è che non va.
> >
> > Secondo voi, a 32 anni suonati (andante per 33 ormai, sperando di non
> > fare la fine di Quello sulla croce), vi pare mai possibile che debba
> > spiegare alla gente che dare del fascista a qualcuno (cosa
> > regolarmente successa nei messaggi finiti in moderazione di questo
> > thread) non si fa e che, se lo si fa, minimo si viene moderati sulle
> > mailing list?
> >
> > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > si fa una figura ridicola a minacciare di denunciare la situazione a
> > Striscia la Notizia, alle Iene, a Report, alla Presidenza della
> > Repubblica o al Santo Padre?
> >
> > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > in ogni comunità sociale esistente al mondo (famiglia, gruppo di
> > amici, colleghi di lavoro, gente che incontri in palestra,
> > sull'autobus, in biblioteca, 'ndo te pare) esistono delle regole di
> > comportamento? Che, se queste vengono violate, gli altri componenti
> > della comunità possono reagire facendoti notare che ti stai
> > comportando male? Che, di fronte a reiterati comportamenti maleducati,
> > quei componenti possano decidere di escluderti sempre più dalla
> > comunità, semplicemente perché non vogliono avere a che fare con gente
> > maleducata?
> >
> > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > accusare gente alla cazzo delegittima la posizione che si pretende di
> > difendere?
> >
> > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > l'età, il sesso, l'orientamento sessuale, l'orientamento politico, le
> > opinioni e quant'altro attiene alla sfera dell'essere non aggiunge e
> > non toglie legittimità a un'opinione? Che un'opinione resta
> > un'opinione e che, se non ci sono fatti chiari a sostegno della
> > stessa, l'opinione è solo uno spreco d'aria?
> >
> > E già che mi trovo, ma che davèro davèro vi pensate che io mi pieghi a
> > dare ragione a chi minaccia di sputtanarci? A parte che sputtanarci di
> > cosa, non si sa, perché qua alla minima brezza, viene giù tutto il
> > castello di accuse (e basta leggere la mail di Vito per vedere che la
> > tanto odiata Eminenza Grigia di Wikipedia, alla fine, è il Babau delle
> > favole dell'infanzia), ma se davvero hai così tanta ragione, avresti
> > motivo di minacciare di sputtanare qualcuno pur di vedertela
> > riconoscere? Avresti motivo di imporre, con la violenza della
> > minaccia, la tua posizione?
> >
> > Dunque, è questa la "libertà di espressione" che si richiede? Quella
> > di *imporre* ad altri la propria idea, in assenza di ragioni valide e
> > concrete, con la forza della minaccia e della paura?
> >
> > E non venitemi a dire che "il punto è un altro, è che...", perché è il
> > punto invece è proprio questo. Il punto è che, quando uno minaccia
> > questo mondo e quell'altro, a 'sto punto deve avere il coraggio di
> > portare fino in fondo la minaccia o fare la figuraccia di quello che
> > inizia a ritrattare le affermazioni bellicose, sperando che stavolta
> > abbia imparato la lezione. Il punto è che, di fronte a uno che ti fa
> > Rambo, è già tanto che io non risponda come farebbero gli avventori
> > del bar sotto casa mia (nello specifico, realmente sentita: "'a Rambo,
> > fòri ce stanno i viggili, te stanno a fà 'a murta ar cararmato").
> >
> > Ora, questo thread è già durato abbastanza, quindi vi chiedo di
> > perdonare le mie intemperanze e di chiudere qui questa vicenda.
> >
> > Grazie.
> >
> > --
> > Luca "Sannita" Martinelli
> > http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Sannita
> >
> > _______________________________________________
> > WikiIT-l mailing list
> > [hidden email]
> > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
>
>
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l

_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91

camelia boban
Caro Alessandro, rileggi per cortesia quanto ho scritto e focalizza solo le
mie parole senza dispersioni di contorno.
Rimanendo nel contesto del mio commento, non prendo il caso in questione e
non m'interessa chi ha ragione e chi no. Di conseguenza non metto in
discussione il blocco, l'utente bloccato e Vito.

Quello che dico e che non si può SEMPRE rispondere con questo tono di
sufficienza "se non ti sta bene vattene", sentito fino alla nausea. Fosse
anche in seguito alla pretesa più martellante e più stupida o alla minaccia
più stramba al mondo. E non lo si può fare poi in 3-4 contro uno. Perché
Wikipedia non è *roba* di nessuno se non dei suoi lettori. E proprio per
questo motivo nessuno si deve permettere di dire ad un altro "vai a giocare
da un'altra parte". Qualsiasi cosa succeda.

Potete considerare questo discorso qualunquista o buonista o interessato o
come vi pare, ma è alla base dello spirito wiki che ognuno di noi
rivendica.

E qui chiudo, passate un buon weekend.

Camelia






--
*Camelia Boban*
*Affiliations Committee Member - **Wikimedia *Foundation
Developer  |  WikiDonne co-founder
T. +39 0669362474 | M. +39 3383385545
[hidden email]
*Wikipedia <https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Camelia.boban> | *Twitter
<https://twitter.com/cameliaboban> *|* *Google Plu
<https://plus.google.com/+CameliaBoban/>s
<https://plus.google.com/+CameliaBoban/>*
*WikiDonne <https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:WikiDonne>* *| **LinkedIn
<https://www.linkedin.com/in/camelia-boban-31319122>  **|* *Aissa
Technologies* <http://aissatechnologies.eu/>





Il giorno 9 febbraio 2018 16:57, Alessandro Franceschini via WikiIT-l <
[hidden email]> ha scritto:

> Io ci provo ancora una volta... Sabrina e Camelia, mi sapete citare un
> caso dove Vito o altri hanno fatto quelle cose tremende di cui li accusano?
> Non dico che siano perfetti, ma qui sembra che siano una specie di diavoli!
> Se mi citate un caso che dimostri la loro natura diabolica, noi siamo qui
> ad ascoltarlo. Ma lo dico davvero, siamo tutti qui ad ascoltare.
> Altrimenti siamo sempre alla solita storia, lo dico senza polemica, gli
> admin sono cattivi perchè quello è il loro mestiere.
> Ma ripeto, lo dico senza polemica.
>
> Ale
>
> > Il 9 febbraio 2018 alle 16.43 ignis delavega <[hidden email]> ha
> scritto:
> >
> >
> > Mi scuso per la mia risposta sarcastica ma Luca penso ne abbia ben
> espresso le motivazioni.
> > Prima di rispondere ho però visto la storia dell’utenza in wikipedia e
> consiglio a tutti di farlo prima di scrivere.
> > Di fronte a questo tipo di utenza ci sono due possibilità:
> > - o qualcuno le prende letteralmente per mano e le accompagna nella loro
> processo di maturazione mentre stanno a far danni su wikipedia ma non
> conosco nessuno che ha così tanto tempo per stare dietro a qualcuno
> > - o completano il loro processo di maturazione al di fuori di wikipedia
> cominciando col prendere coscienza dei propri errori e delle proprie
> mancanze e poi, solo poi, torneranno su wikipedia
> >
> > Ogni utenza è una storia a sè , accomunarle in ragione di un comune
> nemico non mi pare utile a wikipedia e alle stesse utenze.
> > ign
> >
> > > Il giorno 09 feb 2018, alle ore 16:05, Luca Martinelli <
> [hidden email]> ha scritto:
> > >
> > > Signore e signori, famo a capisse.
> > >
> > > Ogni volta che qualcuno, pur di difendere la propria posizione, cita
> > > la libertà di espressione, io so per certo - conoscenza datami
> > > dall'esperienza maturata finora - che quello che viene richiesto non è
> > > "essere liberi di esprimere la propria idea", ma di imporre la propria
> > > posizione a discapito di quelle degli altri.
> > >
> > > Vi svelo un segreto: chi ha ragione, non sbraita, non s'attacca ai
> > > cavilli, non minaccia e non allude, perché non ne ha necessità; chi
> > > sbraita, chi s'attacca al cavillo, chi minaccia e chi allude, non ha
> > > ragione, proprio perché ne ha necessità.
> > >
> > > Anzi, vi spiego con ancora maggiore chiarezza che cos'è che non va.
> > >
> > > Secondo voi, a 32 anni suonati (andante per 33 ormai, sperando di non
> > > fare la fine di Quello sulla croce), vi pare mai possibile che debba
> > > spiegare alla gente che dare del fascista a qualcuno (cosa
> > > regolarmente successa nei messaggi finiti in moderazione di questo
> > > thread) non si fa e che, se lo si fa, minimo si viene moderati sulle
> > > mailing list?
> > >
> > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > si fa una figura ridicola a minacciare di denunciare la situazione a
> > > Striscia la Notizia, alle Iene, a Report, alla Presidenza della
> > > Repubblica o al Santo Padre?
> > >
> > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > in ogni comunità sociale esistente al mondo (famiglia, gruppo di
> > > amici, colleghi di lavoro, gente che incontri in palestra,
> > > sull'autobus, in biblioteca, 'ndo te pare) esistono delle regole di
> > > comportamento? Che, se queste vengono violate, gli altri componenti
> > > della comunità possono reagire facendoti notare che ti stai
> > > comportando male? Che, di fronte a reiterati comportamenti maleducati,
> > > quei componenti possano decidere di escluderti sempre più dalla
> > > comunità, semplicemente perché non vogliono avere a che fare con gente
> > > maleducata?
> > >
> > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > accusare gente alla cazzo delegittima la posizione che si pretende di
> > > difendere?
> > >
> > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > l'età, il sesso, l'orientamento sessuale, l'orientamento politico, le
> > > opinioni e quant'altro attiene alla sfera dell'essere non aggiunge e
> > > non toglie legittimità a un'opinione? Che un'opinione resta
> > > un'opinione e che, se non ci sono fatti chiari a sostegno della
> > > stessa, l'opinione è solo uno spreco d'aria?
> > >
> > > E già che mi trovo, ma che davèro davèro vi pensate che io mi pieghi a
> > > dare ragione a chi minaccia di sputtanarci? A parte che sputtanarci di
> > > cosa, non si sa, perché qua alla minima brezza, viene giù tutto il
> > > castello di accuse (e basta leggere la mail di Vito per vedere che la
> > > tanto odiata Eminenza Grigia di Wikipedia, alla fine, è il Babau delle
> > > favole dell'infanzia), ma se davvero hai così tanta ragione, avresti
> > > motivo di minacciare di sputtanare qualcuno pur di vedertela
> > > riconoscere? Avresti motivo di imporre, con la violenza della
> > > minaccia, la tua posizione?
> > >
> > > Dunque, è questa la "libertà di espressione" che si richiede? Quella
> > > di *imporre* ad altri la propria idea, in assenza di ragioni valide e
> > > concrete, con la forza della minaccia e della paura?
> > >
> > > E non venitemi a dire che "il punto è un altro, è che...", perché è il
> > > punto invece è proprio questo. Il punto è che, quando uno minaccia
> > > questo mondo e quell'altro, a 'sto punto deve avere il coraggio di
> > > portare fino in fondo la minaccia o fare la figuraccia di quello che
> > > inizia a ritrattare le affermazioni bellicose, sperando che stavolta
> > > abbia imparato la lezione. Il punto è che, di fronte a uno che ti fa
> > > Rambo, è già tanto che io non risponda come farebbero gli avventori
> > > del bar sotto casa mia (nello specifico, realmente sentita: "'a Rambo,
> > > fòri ce stanno i viggili, te stanno a fà 'a murta ar cararmato").
> > >
> > > Ora, questo thread è già durato abbastanza, quindi vi chiedo di
> > > perdonare le mie intemperanze e di chiudere qui questa vicenda.
> > >
> > > Grazie.
> > >
> > > --
> > > Luca "Sannita" Martinelli
> > > http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Sannita
> > >
> > > _______________________________________________
> > > WikiIT-l mailing list
> > > [hidden email]
> > > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> mailman/listinfo/wikiit-l
> >
> >
> > _______________________________________________
> > WikiIT-l mailing list
> > [hidden email]
> > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> mailman/listinfo/wikiit-l
>
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> mailman/listinfo/wikiit-l
>
_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: blocco Chris Terry91

Vi to
Circa il "qualsiasi cosa succeda" no, è sbagliatissimo.

Cito un esempio a te vicino. A "gente" come quella che recentemente ti ha
diffamata
<https://it.wikibooks.org/w/index.php?title=Discussioni_utente:Xinstalker&oldid=335142#Insulti_bis_su_Wikipedia>
(e che continuo a suggerirti di denunciare) io rispondo proprio così
<https://meta.wikimedia.org/w/index.php?title=Special%3ALog&type=globalauth&user=&page=User%3AJatharinan%40global&year=&month=-1&tagfilter=&subtype=>.
Anzi, se serve a esorcizzarne la nefasta presenza rispondo pure peggio.

Vito

Il giorno 9 febbraio 2018 17:55, camelia boban <[hidden email]> ha
scritto:

> Caro Alessandro, rileggi per cortesia quanto ho scritto e focalizza solo le
> mie parole senza dispersioni di contorno.
> Rimanendo nel contesto del mio commento, non prendo il caso in questione e
> non m'interessa chi ha ragione e chi no. Di conseguenza non metto in
> discussione il blocco, l'utente bloccato e Vito.
>
> Quello che dico e che non si può SEMPRE rispondere con questo tono di
> sufficienza "se non ti sta bene vattene", sentito fino alla nausea. Fosse
> anche in seguito alla pretesa più martellante e più stupida o alla minaccia
> più stramba al mondo. E non lo si può fare poi in 3-4 contro uno. Perché
> Wikipedia non è *roba* di nessuno se non dei suoi lettori. E proprio per
> questo motivo nessuno si deve permettere di dire ad un altro "vai a giocare
> da un'altra parte". Qualsiasi cosa succeda.
>
> Potete considerare questo discorso qualunquista o buonista o interessato o
> come vi pare, ma è alla base dello spirito wiki che ognuno di noi
> rivendica.
>
> E qui chiudo, passate un buon weekend.
>
> Camelia
>
>
> ᐧ
>
>
>
> --
> *Camelia Boban*
> *Affiliations Committee Member - **Wikimedia *Foundation
> Developer  |  WikiDonne co-founder
> T. +39 0669362474 | M. +39 3383385545
> [hidden email]
> *Wikipedia <https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Camelia.boban> | *Twitter
> <https://twitter.com/cameliaboban> *|* *Google Plu
> <https://plus.google.com/+CameliaBoban/>s
> <https://plus.google.com/+CameliaBoban/>*
> *WikiDonne <https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:WikiDonne>* *|
> **LinkedIn
> <https://www.linkedin.com/in/camelia-boban-31319122>  **|* *Aissa
> Technologies* <http://aissatechnologies.eu/>
>
>
>
>
>
> Il giorno 9 febbraio 2018 16:57, Alessandro Franceschini via WikiIT-l <
> [hidden email]> ha scritto:
>
> > Io ci provo ancora una volta... Sabrina e Camelia, mi sapete citare un
> > caso dove Vito o altri hanno fatto quelle cose tremende di cui li
> accusano?
> > Non dico che siano perfetti, ma qui sembra che siano una specie di
> diavoli!
> > Se mi citate un caso che dimostri la loro natura diabolica, noi siamo qui
> > ad ascoltarlo. Ma lo dico davvero, siamo tutti qui ad ascoltare.
> > Altrimenti siamo sempre alla solita storia, lo dico senza polemica, gli
> > admin sono cattivi perchè quello è il loro mestiere.
> > Ma ripeto, lo dico senza polemica.
> >
> > Ale
> >
> > > Il 9 febbraio 2018 alle 16.43 ignis delavega <[hidden email]> ha
> > scritto:
> > >
> > >
> > > Mi scuso per la mia risposta sarcastica ma Luca penso ne abbia ben
> > espresso le motivazioni.
> > > Prima di rispondere ho però visto la storia dell’utenza in wikipedia e
> > consiglio a tutti di farlo prima di scrivere.
> > > Di fronte a questo tipo di utenza ci sono due possibilità:
> > > - o qualcuno le prende letteralmente per mano e le accompagna nella
> loro
> > processo di maturazione mentre stanno a far danni su wikipedia ma non
> > conosco nessuno che ha così tanto tempo per stare dietro a qualcuno
> > > - o completano il loro processo di maturazione al di fuori di wikipedia
> > cominciando col prendere coscienza dei propri errori e delle proprie
> > mancanze e poi, solo poi, torneranno su wikipedia
> > >
> > > Ogni utenza è una storia a sè , accomunarle in ragione di un comune
> > nemico non mi pare utile a wikipedia e alle stesse utenze.
> > > ign
> > >
> > > > Il giorno 09 feb 2018, alle ore 16:05, Luca Martinelli <
> > [hidden email]> ha scritto:
> > > >
> > > > Signore e signori, famo a capisse.
> > > >
> > > > Ogni volta che qualcuno, pur di difendere la propria posizione, cita
> > > > la libertà di espressione, io so per certo - conoscenza datami
> > > > dall'esperienza maturata finora - che quello che viene richiesto non
> è
> > > > "essere liberi di esprimere la propria idea", ma di imporre la
> propria
> > > > posizione a discapito di quelle degli altri.
> > > >
> > > > Vi svelo un segreto: chi ha ragione, non sbraita, non s'attacca ai
> > > > cavilli, non minaccia e non allude, perché non ne ha necessità; chi
> > > > sbraita, chi s'attacca al cavillo, chi minaccia e chi allude, non ha
> > > > ragione, proprio perché ne ha necessità.
> > > >
> > > > Anzi, vi spiego con ancora maggiore chiarezza che cos'è che non va.
> > > >
> > > > Secondo voi, a 32 anni suonati (andante per 33 ormai, sperando di non
> > > > fare la fine di Quello sulla croce), vi pare mai possibile che debba
> > > > spiegare alla gente che dare del fascista a qualcuno (cosa
> > > > regolarmente successa nei messaggi finiti in moderazione di questo
> > > > thread) non si fa e che, se lo si fa, minimo si viene moderati sulle
> > > > mailing list?
> > > >
> > > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > > si fa una figura ridicola a minacciare di denunciare la situazione a
> > > > Striscia la Notizia, alle Iene, a Report, alla Presidenza della
> > > > Repubblica o al Santo Padre?
> > > >
> > > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > > in ogni comunità sociale esistente al mondo (famiglia, gruppo di
> > > > amici, colleghi di lavoro, gente che incontri in palestra,
> > > > sull'autobus, in biblioteca, 'ndo te pare) esistono delle regole di
> > > > comportamento? Che, se queste vengono violate, gli altri componenti
> > > > della comunità possono reagire facendoti notare che ti stai
> > > > comportando male? Che, di fronte a reiterati comportamenti
> maleducati,
> > > > quei componenti possano decidere di escluderti sempre più dalla
> > > > comunità, semplicemente perché non vogliono avere a che fare con
> gente
> > > > maleducata?
> > > >
> > > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > > accusare gente alla cazzo delegittima la posizione che si pretende di
> > > > difendere?
> > > >
> > > > Secondo voi, vi pare mai possibile che debba spiegare alla gente che
> > > > l'età, il sesso, l'orientamento sessuale, l'orientamento politico, le
> > > > opinioni e quant'altro attiene alla sfera dell'essere non aggiunge e
> > > > non toglie legittimità a un'opinione? Che un'opinione resta
> > > > un'opinione e che, se non ci sono fatti chiari a sostegno della
> > > > stessa, l'opinione è solo uno spreco d'aria?
> > > >
> > > > E già che mi trovo, ma che davèro davèro vi pensate che io mi pieghi
> a
> > > > dare ragione a chi minaccia di sputtanarci? A parte che sputtanarci
> di
> > > > cosa, non si sa, perché qua alla minima brezza, viene giù tutto il
> > > > castello di accuse (e basta leggere la mail di Vito per vedere che la
> > > > tanto odiata Eminenza Grigia di Wikipedia, alla fine, è il Babau
> delle
> > > > favole dell'infanzia), ma se davvero hai così tanta ragione, avresti
> > > > motivo di minacciare di sputtanare qualcuno pur di vedertela
> > > > riconoscere? Avresti motivo di imporre, con la violenza della
> > > > minaccia, la tua posizione?
> > > >
> > > > Dunque, è questa la "libertà di espressione" che si richiede? Quella
> > > > di *imporre* ad altri la propria idea, in assenza di ragioni valide e
> > > > concrete, con la forza della minaccia e della paura?
> > > >
> > > > E non venitemi a dire che "il punto è un altro, è che...", perché è
> il
> > > > punto invece è proprio questo. Il punto è che, quando uno minaccia
> > > > questo mondo e quell'altro, a 'sto punto deve avere il coraggio di
> > > > portare fino in fondo la minaccia o fare la figuraccia di quello che
> > > > inizia a ritrattare le affermazioni bellicose, sperando che stavolta
> > > > abbia imparato la lezione. Il punto è che, di fronte a uno che ti fa
> > > > Rambo, è già tanto che io non risponda come farebbero gli avventori
> > > > del bar sotto casa mia (nello specifico, realmente sentita: "'a
> Rambo,
> > > > fòri ce stanno i viggili, te stanno a fà 'a murta ar cararmato").
> > > >
> > > > Ora, questo thread è già durato abbastanza, quindi vi chiedo di
> > > > perdonare le mie intemperanze e di chiudere qui questa vicenda.
> > > >
> > > > Grazie.
> > > >
> > > > --
> > > > Luca "Sannita" Martinelli
> > > > http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Sannita
> > > >
> > > > _______________________________________________
> > > > WikiIT-l mailing list
> > > > [hidden email]
> > > > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> > mailman/listinfo/wikiit-l
> > >
> > >
> > > _______________________________________________
> > > WikiIT-l mailing list
> > > [hidden email]
> > > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> > mailman/listinfo/wikiit-l
> >
> > _______________________________________________
> > WikiIT-l mailing list
> > [hidden email]
> > Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> > mailman/listinfo/wikiit-l
> >
> _______________________________________________
> WikiIT-l mailing list
> [hidden email]
> Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/
> mailman/listinfo/wikiit-l
>
_______________________________________________
WikiIT-l mailing list
[hidden email]
Pagina per iscriversi/disiscriversi: https://lists.wikimedia.org/mailman/listinfo/wikiit-l